Il Cestino dei Tesori è strumento educativo per bambini ideato dalla psicopedagogista britannica Elinor Goldschmied e viene adottato in molti nidi e, particolarmente, nei nidi montessoriani. E’ un gioco che permette la scoperta e l’esplorazione degli oggetti e si può proporre facilmente anche a casa in quanto è costituito da oggetti comuni.

Quando il bambino è in grado di stare seduto da solo e senza l’appoggio delle mani (durante quindi il primo anno di vita), è in grado di manipolare gli oggetti che gli mettiamo a disposizione. Gli oggetti che ha a disposizione vengono agitati per aria, battuti sul pavimento e lasciati cadere a terra. Vengono quindi manipolati in diversi modi allo scopo di esplorarne le caratteristiche sensoriali come, ad esempio, la temperatura, la consistenza e la forma. Il cestino dei tesori viene quindi in aiuto perché consente al bambino, che non cammina ancora, di esplorare oggetti diversi che non riuscirebbe a raggiungere in autonomia in altro modo.

A cosa serve il Cestino dei Tesori?

E’ una attività particolarmente adatta per stimolare il coordinamento occhi-mano e a favorire lo sviluppo dei cinque sensi:

  • Tatto: forma, consistenza, peso. Gli oggetti naturali stimolano la curiosità più degli oggetti di plastica che sono tutti uguali al tatto.
  • Olfatto: varietà di odori. I bambini infatti possiedono un olfatto acutissimo e apprezzeranno i diversi odori presenti.
  • Gusto: ambito più ridotto ma possibile. Ogni materiale infatti, messo in bocca, ha un gusto diverso.
  • Udito: squilli, trilli, tintinnii che sono suoni che si ottengono manipolando gli oggetti.
  • Vista: colore, forma, lunghezza, lucentezza. I bambini a questa età apprezzano già i colori e le sfumature.

Succhiando gli oggetti, rigirandoli in bocca e tra le mani, il bambino realizza scoperte relative al peso, alle dimensioni, al rumore e all’odore; e quando sceglie un oggetto possiamo immaginare che si chieda: “che cos’è questo?”.
Inoltre durante l’esplorazione degli oggetti i bambini dimostrano una grande capacità di concentrazione

Cos’è il Cestino dei Tesori?

E’ un cestino in vimini o di altro materiale naturale, oppure una scatola robusta di cartone, con all’interno degli oggetti di varia natura (non giocattoli di plastica) e di uso quotidiano. E’ bene non inserire all’interno degli oggetti troppo piccoli in quanto potrebbero essere ingeriti. Inoltre gli oggetti devono essere senza bordi taglienti, con parti staccabili e con colori che, messi in bocca, stingono. Tutti gli oggetti devono essere puliti e trattati igienicamente in quanto gli oggetti vengono messi in bocca dal bambino. Gli oggetti scelti sono di forme, dimensioni, peso, colore, odore e materiali diversi in modo da stimolare il bambino con tutti i cinque i sensi.

Un cestino basso o di una scatola robusta riempita di un certo numero di oggetti casalinghi interessanti e oggetti presi dalla natura. Gli oggetti devono essere abbastanza grandi da non essere ingoiati e non devono avere spigoli taglienti, o nulla che possa essere pericoloso al tatto, e che possano essere portati alla bocca di un bambino. Il cestino sarà adatto anche per bambini sopra i due anni, basterà cambiare gli oggetti in esso contenuti.

Tim Seldin

Solitamente si inseriscono all’interno del cestino dai 5 ai 15 oggetti per volta e li si cambia ogni tanto, in modo da tenere alta l’attenzione del bambino.

Come sempre è bene supervisionare il gioco, ma senza intervenire, in modo che il bambino abbia libertà di scelta degli oggetti e del tipo di manipolazione da adottare. Inoltre è bene lasciare al bambino piena libertà di esplorazione con i suoi tempi e ritmi.

Alcune idee di oggetti da inserire….

Oggetti di carta/cartone: Rotoli di carta igienica, cartoni delle uova, carta stagnola, scatoline di cartone.

Oggetti in pelle/tessuto: palline da tennis, sacchettini con dentro lavanda (ben chiusi), centrino, guanti da forno, peluches, gomitoli, stoffe di varie consistenze.

Oggetti in metallo: cucchiai, mazzo di chiavi, formine per dolci, sonagli, coperchi, colino da tè, scatoline di latta con dentro fagioli.

Oggetti in legno: mestoli, pennelli, giochi, piccolo mattarello, cucchiaio da miele, matrioske, maracas, anelli da tende, uovo per cucito.

Oggetti naturali: pigne, sassi, mela, spugna naturale, rametti, pezzetti di corteccia, sottopentola in sughero, zucche essiccate, limone, arancia, gusci di noci di cocco.

Oggetti di uso quotidiano: spazzolino da denti, spazzola per capelli, paperelle in gomma, bottiglie sensoriali (QUI e QUI te ne avevo già parlato), spugne.

qui di seguito un breve video introduttivo sull’argomento:

Buona esplorazione!

 Ti è piaciuto quello che hai letto?

Perché non seguirmi anche su Facebook, Instagram, YouTube e Pinterest?

Tags: , ,

Pin It on Pinterest